Rubrica 1
berna
Rubrica 1

Annunci

Terraferma-TI: il Ticino che va a Chios …

Terraferma-TI: il Ticino che va a Chios per la dignità dei rifugiati

Se vi è capitato di chiedervi come stareste se fosse successo a voi di dover fuggire abbandonando ogni cosa, ritrovandovi ogni giorno a domandarvi come procurarvi cibo e a come...

Read more

Revamp-it: il computer-recycling

Revamp-it: il computer-recycling

Anche i vecchi computer sono veloci. Nessuno spreco di materiale, nessuno sfruttamento di lavoratori. “Revamp-it” ricicla i computer, li manda in parte in Africa e inserisce persone nel mondo di...

Read more

Bike sharing a Lugano

La bicicletta non conosce rivali in quanto a velocità, soprattutto se si considerano i tempi di percorrenza effettivi ossia si includono anche quelli per cercare un parcheggio o di attesa dell'autobus. Quante volte abbiamo pensato che per percorrere i pochi chilometri che ci separano dall'ufficio, avremmo fatto meglio a scegliere la bicicletta piuttosto che passare tempo utile in coda? Certamente non poche.

Notizia benvenuta allora, quella che a Lugano, a partire da fine luglio, sarà possibile prendere in prestito una bicicletta, usarla per i propri spostamenti e infine riconsegnarla in una delle zone attrezzate per il bike sharing. La Città di Lugano, infatti, ha deciso di aderire al progetto bike sharing promosso da Velopass, che sta avendo sempre più successo non solo in Svizzera, ma anche nel resto d'Europa.
L'obiettivo è quello di promuovere l'uso della bicicletta per gli spostamenti a corto raggio, così da ridurre l'utilizzo dell'auto privata, ottenendo benefici per qualità dell'aria e per la qualità della vita. Un uso allargato della bicicletta permette infatti di diminuire l'inquinamento dell'aria, fonico, dello stress, oltre che ad offrire chiari benefici alla salute.


Ma come funziona?

Il servizio sarà attivo sette giorni su sette, ventiquattro ore su ventiquattro ed avrà una flotta di 48 biciclette suddivise in quattro stazioni, collocate in zona Campo Marzio, Stadio, Lugano Centro e Fornaci. Ogni persona potrà prendere una bicicletta e restituirla a qualsiasi ora e in qualsiasi altra postazione. Per permettere una giusta rotazione, l'utilizzo permanente di una bicicletta sarà limitato ad un massimo di 12 ore.

Prima di salire in sella bisogna richiedere una tessera magnetica al Dicastero Giovani ed Eventi, a Lugano Turismo o in altri punti vendita della città.

I costi di una giornaliera sono di sei franchi senza supplemento orario, mentre l'abbonamento annuale costerà 25 franchi, limitato a Lugano (oppure 60 franchi per poterlo utilizzare sull'intera rete svizzera) con la prima mezz'ora gratuita e poi un franco ogni ora. La tessera annuale va richiesta direttamente a Velopass con il formulario ottenibile presso i punti vendita e sarà poi facilmente ricaricabile dal sito di Velopass.

La gestione in rete delle stazioni permetterà di sapere quante biciclette sono utilizzate, quali stazioni ne hanno troppe, quali poche, in modo da poter intervenire per un'equa distribuzione.

Il progetto bike sharing Lugano è sostenuto dal Fondo Clima Lugano Sud e dal TCS Sezione del Luganese e vede anche la partecipazione del Comune di Paradiso che avrà una sua stazione.

Losanna e Vevey hanno aperto la strada al bike sharing in Svizzera e Lugano lo farà in Ticino. Ogni persona potrà usare la sua tessera nelle altre città svizzere dotate di questo sistema di bike sharing. Un ottimo modo per muoversi in città che sarà gradito anche ai molti turisti.

 

Per ulteriori Informazioni:
Fabio Schnellmann
Tel. + 41 58 866 7150

 

Link utili:

velopass.ch
lugano.ch
Fondo Clima Lugano Sud

 

Fonte:

"PIAZZA RIFORMA" (periodico del Municipio della Città di Lugano), nr.3 luiglio 2010
autore: Matteo Capobianco